Cinema alla fine del Mondo

Sinai Peninsula desert, Il cinema nel deserto

Ci sono luoghi nel Mondo creati dalla natura che ti lasciano a bocca aperta, ma a volte capita anche con luoghi ideati, creati o modificati dall’uomo, dei geni e dei pazzi allo stesso tempo, in grado di creare dal nulla una folgorante idea fuori dal comune, ma che farà parlare di se nel bene e nel male. Ed è quello che è accaduto nella penisola del Sinai “il cinema alla fine del mondo”, un luogo incredibilmente folle quanto incredibilmente bello.

cinema alla fine del mondo

Kaupo Kikkas, famoso fotografo estone che ha scoperto il luogo girovagando su google Maps sostiene, dopo alcune ricerche, che il cinema sarebbe stato costruito da un facoltoso francese che aveva avuto l’idea di costruire un cinema all’aperto nel bel mezzo del deserto. Purtroppo ad oggi è tutto abbandonato e in rovina, una fila di sedie in legno e uno schermo gigante è tutto quello che rimane, gli edifici che dovevano ospitare i generatori sono praticamente divenuti reperti archeologici.

cinema  nel sinai

Il Motivo del suo abbandono è dovuto ad un intralcio tecnico al primo spettacolo, il generatore si è rotto, anche se in molti sostengono ad un sabotaggio, e nessun film è mai stato proiettato. Altra nota dolente è che la penisola del Sinai è di fatto vietata ai turisti, che possono visitarla solo in viaggi organizzati su percorsi prestabiliti, questo è il secondo motivo per cui nessuno ha seguito le orme del benestante francese.

Scrivendo su Google Maps la chiave di ricerca “Sinai Peninsula desert” comparirà una distesa di area desertica. Non molto distante da Sharm el- Sheikh si potrà individuare qualcosa di inaspettato. Alcune linee, dall’alto, formano un rettangolo. Quelle linee in realtà sono le file di sedie del cinema alla fine del mondo.

cinema dal satellite

Si suppone che il sabotaggio fu effettuato proprio da parte delle autorità locali, scontente del progetto. Ora i 150 posti a sedere sono sottomessi ogni giorno dalle impervie sabbia che a poco a poco sta inghiottendo questo progetto bizzarro.

email
Posted by on novembre 6, 2014. Filed under Africa. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>