Cracovia: Racconto di Viaggio

Cracovia, Polonia

Partenza da Roma a Cracovia per questo triste viaggio, nell’ autunno del 2011, per visitare non solo Cracovia la vecchia Capitale della Polonia ma anche i campi di sterminio ad Auschwitz Birkenau. Intanto con l’animo tranquillo ci visitiamo per bene la città, dalle vetrine bene allestite alle parti decadenti della Città Vecchia. Numerosi sono i bar e ristoranti e prodotti tipici.

Il viaggio è durato circa cinque giorni in compagnia di Marcela, visitando le chiese e non passa inosservata la Basilica di Santa Maria, questa nel pieno centro della città. Da ricordare, che al centro della città è esposta una gran foto del nostro PAPA GIOVANNI PAOLO II, e per terra una miriade di candele di tutti i tipi. Da Cracovia un autobus e una guida ci portano ad Auschwitz per visitare il campo dove sono morti milioni di persone innocenti.

polonia-5.jpg

All’ingresso si trova la scritta ARBEIT MACHT FREI una bugia per la storia infatti…Forte è l’aria che gira attorno a noi visitatori, si vedeva qualche persona di fronte ai forni non resisteva e si sentiva male, qualcuna pure sveniva. Nel museo si è visto di tutto, migliaia di foto con i loro nomi erano esposti all’ingresso, lungo tutto i corridoi, tanti oggetti in loro possesso ammucchiati e molto altro ancora che non viene voglia di citare in questo racconto.

Si usa poggiare una pietra sui posti adibiti, segno che un parente è passato a farne visita.

La visita finisce, è, visitare questo posto è stato davvero commovente.

Racconto di Roberto Platia

email
Posted by on aprile 5, 2013. Filed under Appunti di Viaggio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>