Alla scoperta di Barcellona

Barcellona

Qualche settimana fa mi sono recato a per l’ennesima volta. Amo questa città per tantissime ragioni, a partire dal clima ottimo, passando dall’aria che si respira fino ad arrivare alla sua anima multiculturale. Il fatto poi che sia sempre servitissima dal punto di vista aereo la rende particolarmente attraente. Cercando su Skyscanner si trovano sempre soluzioni in abbondanza per raggiungere Barcellona. Questa volta quasi per caso ho trovato un’interessante offerta volo last minute da Catania e sono partito senza pensarci due volte.

Piazza Catalunya la trovo sempre benissimo e come sempre anche nel periodo invernale c’è sempre un sacco di gente. Qualche nota triste arriva dal quartiere del Born, visto che questo la sera è caratterizzato da fin troppa gente ubriaca, sotto l’effetto di qualche sostanza o entrambe le cose. L’offerta qui non manca e sono diverse le persone che vendono qui tutto il necessario per la strada, senza che la polizia faccia mai qualcosa. La microcriminalità è un problema serio a Barcellona ed il fatto che ci sia sempre così tanta gente “su di giri” o che venga qui apposta per sballare, rendono la città quasi un parco di divertimenti per borseggiatori, attivi a quasi tutte le ore ed anche in maniera piuttosto sfacciata, allontanandosi quasi deridendo o chiedendo scusa quando vengono beccati sul colpo.

Il Raval è un quartiere che in passato ho spesso evitato ma che questa volta mi ha sorpreso positivamente, visto che gli ultimi lavori hanno restituito un pò di bellezza a quello che è comunque uno dei quartieri con più stranieri della città.

In generale devo dire che ho visto aumentare fin troppo il numero di persone che provano a dirottare la gente nel proprio locale, cosa che ha veramente raggiunto livelli alti, al punto che camminare per certe strade diventa quasi stressante (ed in vacanza non dovrebbe succedere).

Dove la città si sta evolvendo, è nel turismo del lusso, visto che negli ultimi anni sono sorte diverse strutture per clienti facoltosi, come il recente Hotel W (o Vela), dove in estate peraltro vengono organizzate splendide serate piuttosto eleganti ma comunque con prezzi accessibilissimi. Qualche tempo fa leggevo del progetto di chiudere una parte della spiaggia di Barcellona e di riservarla a certi turisti, ma penso che la cosa sia stata abbandonata.

email
Posted by on marzo 13, 2013. Filed under Europa, Il viaggio in diretta. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>