Cucina Francese

Prima in Europa

La cucina francese è una delle più rinomate e anche più ricercate al Mondo. Secondo un sondaggio i francesi non rinuncerebbero mai a vino, salse, formaggi, salumi e l’immancabile baguette. Consumano di media tre pasti al giorno, colazione, pranzo e cena.
I luoghi per mangiare i piatti parigini sono i “bistrot” e le “brasserie”, i primi con cucina semplice e tradizionale, i secondi, nacquero come luoghi di produzione e consumo della birra, oggi offrono ottimi piatti parigini. Nei Bar e Vin è possibile degustare le maggiori etichette di vino e champagne, accompagnati da formaggi e salumi francesi.

baguette

La gastronomia parigina e francese è famosa in tutto il mondo per la capacità di elaborare fantasiose combinazioni gastronomiche, ma nonostante ciò i francesi a tavola amano molto la semplicità.
Cinque sono le cose a cui i francesi non rinuncerebbero mai: la baguette, i formaggi, i salumi, il vino e le salse.
I francesi, come gli italiani, consumano tre pranzi al giorno: la colazione comprende il caffè o il tè, un croissant o pane burro e marmellata; il pranzo francese è composto da almeno due portate, ossia un antipasto e un piatto principale accompagnato da un tagliere di formaggi a cui seguono frutta e dessert; a cena ci sono sempre le due portate del pranzo seguite dalla frutta e dal dessert.
Gli antipasti più popolari sono caratterizzati da verdure cotte, accompagnate da salse di ogni tipo. Antipasti più elaborati sono i paté e le terrine, a base di carne, selvaggina o pesce servite in crosta di pane o in terrine da forno. Antipasti meno popolari e molto più costosi sono le lumache, le ostriche, i molluschi e l’astice. Dopo l’antipasto, seguono le zuppe fatte con le cipolle ma anche con crostacei, legumi e patate. I piatti di carne sono “l’entrecote”, il bue marinato nel vino e il simbolo della cucina nazionale: il “coq au vin” che significa il galletto al vino.

email
Posted by on luglio 24, 2014. Filed under Europa. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>