Ghetto di Venezia

Da Vedere a Venezia

Il Ghetto si trova nel sestiere di Cannaregio, a cinque minuti di distanza dalla stazione e a dieci da Piazzale Roma. Il nome deriva dal fatto che nel XII secolo, circa 1300 persone di origine ebraica si stabilirono lungo la piana. Il secolo seguente vennero trasferiti sull’isola di Spinalonga che da all’ora, avendo molti abitanti Giudei, cambiò il proprio nome in Giudecca. Nel 1298 fu negata agli Ebrei la possibilità di avere fissa dimora a Venezia, furono così costretti a trovare un’altra sistemazione nelle zone limitrofe. Nel 1516 tornò tutto alla normalità e si stabilirono nella zona di Cannaregio, che tutt’ora si chiama Ghetto. Il nome deriva dal fatto che nella zona erano presenti fonderie di acciaio nel quale si “gettava” il metallo, e da GETTO a GHETTO, il passo fu breve, da allora a tutt’oggi si associa il nome alle zone di operiferia dove sono costrette ad abitare le comunità ebraiche.
Tutta la zona di notte era controllata da guardie e le vie d’accesso venivano sbarrate, tutta la comunità ebraica era costretta a rientrare la sera.

La popolazione del Ghetto continuò ad aumentare fino a 5000 persone, questo è anche uno dei motivi per cui è l’unica zona a Venezia con palazzi di 8 piani. Nel 1797, con la fine della Repubblica di Venezia, agli Ebrei fu consentito di abitare anche in altre parti della città. Tutt’oggi si contano soltanto una trentina di residenti ebrei nella zona, tutti gli altri furono deportati durante la Seconda Guerra Mondiale. All’interno del Ghetto di Venezia erano edificate nel 1719 nove sinagoghe, chiamate anche Schole. Attualmente ne sono rimaste 5, la Schola Grande Tedesca del 1528, la Schola Canton del 1532, la Schola Italiana del 1575, la Schola Levantina del 1538 e la Schola Spagnola del 1555. Il Museo Ebraico di Venezia si trova nel Ghetto nuovo, ex Museo Vittorio Fano. La visite del museo sono solo guidate.
Nell’Isola del Lido di Venezia, nei pressi di S. Nicolò, si trova il Cimitero Ebraico e le visite si possono effettuare solo su prenotazione ogni prima, terza e quinta domenica del mese alle ore 15,30. Il cimitero si raggiunge con l’autobus linea A proveniente dal Piazzale Santa Maria Elisabetta del Lido. Per raggiungere il Ghetto a piedi da Piazzale Roma percorrete il Ponte della Costituzione che attraversa il Canal Grande, proseguire per il piazzale della stazione, Lista di Spagna, Campo S. Geremia, attraversate il Ponte delle Guglie ed entrare per il sottoportico di fronte all’imbarcadero delle Guglie. Con il vaporetto bisogna prendere la linea 4.2 o 5.2 dei vaporetti Actv e scendere alla fermata Guglie. Non perdete i tipici dolci ebraici, come le Orecchiette di Amman, le Bisce e i dolci Azime, tutti fatti con ingredienti consentiti dalle regole Kosher.

Scarica gratis la Mini Guida di Venezia in formato Pdf.

Informazioni utili e consigli turistici per organizzare il vostro viaggio a Venezia

email
Posted by on giugno 16, 2014. Filed under Europa. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>