Tour in zone di Guerra

Tour in zone di Guerra, in Ucraina da oggi è possibile

Avete mai minimamente pensato alla possibilità di affrontare un Tour in zone di Guerra ? Un viaggio al Fronte e in prima linea mentre è in ballo una guerra pericolosa? Questa la nuova pazza idea di alcuni Tour Operator.

Si è sempre saputo che per far girare o riaccendere l’economia di un paese non servono idee, progetti, nuove costruzioni o nuovi posti di lavoro, ma semplicemente una guerra, ed è anche forse questo il motivo per cui i popoli mondiali sono in guerra da oltre 2000 anni. L’ultima che ancora è in vigore è quella tra Russia ed Ucraina, e se la Russia è una potenza grande che può sorpassare la crisi anche in altri modi, per l’Ucraina è più complicato rilanciare l’economia, ed ecco l’idea geniale ma alquanto impegnativa di alcuni Tour, e ovviamente non mancano di certo le polemiche, contro alcune agenzie di viaggio locali che starebbero cercando di lucrare sulla guerra civile proponendo gite sui luoghi dei combattimenti per turisti in cerca di emozioni.

-

I viaggi che vengono proposti sono in zone “a basso rischio”, ma ovviamente è sempre e soprattutto ancora una zona di guerra, dove si possono vedere veicoli esplosi, ponti distrutti ed edifici bombardati.

Secondo alcuni volantini e cartelli che girano per il paese, i turisti vengono dotati di giubbotti antiproiettile e portati in “zone a basso rischio” a bordo di veicoli blindati, Garantendo di poter perfino “scegliere” souvenir direttamente dal suolo, come bossoli di proiettile, pezzi di carro armato o schegge di bombe. L’iniziativa è stata fortemente criticata per il fatto che la guerra non dovrebbe essere un qualcosa su cui lucrare,

ucraina-guerra

i turisti infatti sono consapevoli di cosa e a quale rischio possono andare incontro, le agenzie si difendono dicendo che hanno proposto una alternativa a persone che comunque sono interessate a visitare zone di guerra, e che non potrebbero avvicinarle se non con organizzazioni locali. Cosa ne pensate di questa iniziativa ?

email
Posted by on novembre 20, 2014. Filed under Europa. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>