Anche i sogni a volte finiscono….

Qui è Patrick che vi scrive, direttamente dalla sua scrivania in ufficio…. mi ero ripromesso una volta tornato a casa, di ricordare questo incantevole posto senza la benchè minima nostalgia…. semplicemente perchè gli anni passano e la possibilità di spostarsi con le amicizie “particolari” come le nostre, nel tempo diventerà sempre più difficile…. Ebbene!!! cosa dire di Fortaleza – Cearà, un pò di U.s.a. spostati vicino l’equatore… Sinceramente parlando di remore mentali prima della partenza ce n’erano, ma mai come questa volta sono felice di essere stato completamente smentito. Incantevoli scenari diurni con cambi repentini di paesaggi lasciano il viaggiatore curioso, senza parole, si può passare dalla visione di un grattacielo di 25 piani ad una distesa chilomentrica di deserto….. da una strada affollata di gente caotica che vive il quotidiano, a km di spiagge dove l’unico segno di civiltà sono le impronte delle jeep sulla sabbia….. dalla confusione e il movimento dei locali notturni con le loro caratteristiche musiche, al silenzio delle foreste circostanti….. Fortaleza, di tutto un pò….

email
Posted by on marzo 27, 2007. Filed under Poesia in Viaggio, Sud America, Viaggiare. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>