Citazione di Hermann Hesse

Aver casa e’ bello
dolce il sonno sotto il proprio tetto,
figli, giardino e cane. Ma ahime’,
appena ti sei riposato dall’ultimo viaggio,
gia’ con nuove lusinghe il mondo lontano t’insegue.
Meglio e’ patire nostalgia di casa
e sotto l’alto cielo essere,
col proprio struggimento soli.
Avere e riposare puo’ soltanto
l’uomo dal cuore tranquillo,
mentre il viandante sopporta stenti e pene
con sempre delusa speranza
piu’ facile e’ l’ampliamento di un viaggio
piu’ facile che trovar pace nella valle natia,
dove tra gioie e le cure ben note
solo il viaggio sa costruirsi la via.
Per me e’ meglio cercare e mai trovare
che legarmi stretto a quanto mi e’ vicino,
perche’ in questa terra, anche nel bene,
saro’ sempre un ospite e mai un cittadino.

email
Posted by on dicembre 12, 2007. Filed under Poesia in Viaggio, Viaggiare. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>